Assegnazione degli alloggi dei Servizi Abitativi Pubblici (SAP) - Comune di Cesano Maderno

Guida ai servizi - Comune di Cesano Maderno

Assegnazione degli alloggi dei Servizi Abitativi Pubblici (SAP)

Cos'è

I Servizi Abitativi Pubblici mettono a disposizione alloggi da destinare in locazione a canoni inferiori rispetto a quelli di mercato.

In considerazione dell’attuale emergenza sanitaria, il termine di presentazione, da parte degli utenti, della documentazione per l'aggiornamento dei dati dell’Anagrafe dell’utenza (ovvero la raccolta dei dati sulla composizione familiare e sulla situazione economica e patrimoniale delle famiglie che occupano alloggi in locazione a canoni inferiori rispetto a quelli di mercato) è stato prorogato dal 30 aprile 2020 al 30 giugno 2020.

Chi può richiederlo

Possono presentare domanda di partecipazione i nuclei familiari che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • la cittadinanza italiana oppure di uno Stato dell’Unione Europea.
    Se si è stranieri è necessario essere in possesso di un permesso di soggiorno almeno biennale ed esercitare una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo;
  • residenza anagrafica o svolgimento di attività lavorativa nella regione Lombardia per almeno cinque anni nel periodo immediatamente precedente la data di presentazione della domanda;
  • ISEE non superiore a €16.000,00 e valori patrimoniali, mobiliari ed immobiliari, del medesimo nucleo familiare determinati dalle tabelle nel punto C dell’avviso pubblico, consultabile nella sezione "Allegati" di questa pagina;
  • assenza di titolarità di diritti di proprietà o di altri diritti reali di godimento su beni immobili, adeguati alle esigenze del nucleo familiare, ubicati nel territorio italiano o all’estero;
  • assenza di precedenti assegnazioni di alloggi sociali destinati a servizi abitativi pubblici per i quali, nei precedenti cinque anni, è stata dichiarata la decadenza o è stato disposto l’annullamento;
  • assenza di dichiarazione di decadenza dall’assegnazione di alloggi di servizi abitativi pubblici per morosità colpevole.
    Trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di decadenza dall’assegnazione, la domanda è ammissibile a condizione che il debito sia stato estinto;
  • assenza di eventi di occupazione abusiva di alloggio o di unità immobiliare ad uso non residenziale o di spazi pubblici e/o privati negli ultimi cinque anni.
    Trascorsi cinque anni dalla cessazione dell’occupazione abusiva la domanda è ammissibile a condizione che l’eventuale debito derivante dai danneggiamenti prodotti, durante il periodo di occupazione o nelle fasi di sgombero, sia stato estinto;
  • non aver ceduto, in tutto o in parte, l’alloggio precedentemente assegnato o le sue pertinenze in locazione;
  • assenza di precedente assegnazione, in proprietà, di alloggio realizzato con contributo pubblico o finanziamento agevolato in qualunque forma, concesso dallo Stato, dalla Regione, dagli enti territoriali o da altri enti pubblici;
  • possesso dell’attestazione dei servizi sociali, unicamente per i nuclei familiari in condizioni di indigenza.
Come si richiede 

È possibile fare richiesta per l’assegnazione degli alloggi dei Servizi Abitativi Pubblici partecipando al bando che verrà pubblicato ogni sei mesi.
È necessario registrarsi alla piattaforma Servizi Abitativi, dove sarà possibile procedere alla presentazione della domanda tramite:

  • SPID, se si è in possesso della propria identità digitale rilasciata da soggetti accreditati da AgID (Agenzia per l'Italia Digitale), i quali verificano l'identità degli utenti e forniscono le credenziali.
    Per maggiori informazioni consulta il sito SPID;
  • CRS (Carta Regionale dei Servizi) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi), con il codice PIN e il lettore smartcard.
    Il codice PIN può essere rilasciato dall’ASL o dall’ufficio relazioni con il pubblico (URP) del Comune. Per tutti i contatti dell'ufficio clicca qui.

È necessario inserire:

  • i propri dati anagrafici;
  • i dati anagrafici dei componenti del nucleo familiare.

Successivamente si potrà scegliere una delle unità abitative disponibili e, a conclusione dell’inserimento, viene attribuito un protocollo elettronico con tutte le indicazioni utili.

La domanda può essere presentata per un’unità abitativa adeguata localizzata:

  • nel comune di residenza del richiedente;
  • nel comune in cui il richiedente presta attività lavorativa.


Dopo la scadenza del bando, viene pubblicata la graduatoria provvisoria per l'assegnazione degli alloggi dei Servizi Abitativi Pubblici disponibili. Si può presentare ricorso nei 15 giorni successivi alla pubblicazione della stessa.
Durante tale periodo, la graduatoria provvisoria è disponibile, insieme all'avviso di avvenuta pubblicazione, tra i documenti nella sezione "Allegati" di questa pagina.
Scaduto il termine indicato nel bando, viene pubblicata la graduatoria definitiva.

Dove rivolgersi

Area / UO: Area Servizi alla Persona e al Cittadino / UO Servizi Sociali

  • Responsabile del procedimento: Sara Cassanmagnago
  • Dirigente di riferimento: Emanuela Mornata
  • Luogo:

    Piazza Arese 12, 20811, Cesano Maderno (MB)

  • Telefono: 0362 513490
  • Email: servizisociali@comune.cesano-maderno.mb.it
  • PEC: servizio.sociale@pec.comune.cesano-maderno.mb.it
  • Orari:

    lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.00; martedì e giovedì dalle 16.30 alle 18.30

Pubblicato il
Aggiornato il
Risultato (152 valutazioni)