Comune di Cesano - Logo

Comunicati per l'anno
2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012    

Il mondo a Cesano con il Mercato Internazionale, nel centro storico cittadino in questo week-end




COMUNICATO STAMPA N.  127


Cesano Maderno,  17  ottobre 2019


Il Mercato Internazionale a Cesano da venerdì 18 a domenica 20 ottobre - Quest'anno, nel terzo week-end di ottobre, ritorna a Cesano il tradizionale appuntamento d'autunno col Mercato Internazionale. Per i tre giorni in programma, dalle 10.00 alle 23.00, il grande evento che nel 2018 ha richiamato circa 50.000 visitatori, farà della Città un polo d'attrazione non solo per i cesanesi ma anche per chi proviene da fuori.


Le aree parcheggio - Per la manifestazione sono disponibili le seguenti aree parcheggio da venerdì 18 a domenica 20 ottobre:


Area mercato piazza G. Facchetti (dal pomeriggio dopo le ore 16:00 di venerdì 18 ottobre fino a domenica 20 ottobre)  


Area parcheggio accanto al Cimitero (via Quarto) e lungo via Indipendenza


Area parcheggio via Garibaldi


Area parcheggio stazione


Area parcheggio piazza XXV  Aprile


Area parcheggio piazza Procaccini


Area parcheggio via F. Barbarossa


Complessivamente, si tratta in totale di circa 1.000 posti auto; rimane sempre l'invito, per chi ne ha la possibilità, di raggiungere il centro città a piedi o in bicicletta.

  

Le aree servizi - Sono state allestite per la manifestazione tre aree servizi: una in piazza della Pace, una in via Ada Negri e una in vicolo Champagnat, con in tutto nove bagni chimici.


Oltre 110 gli espositori presenti, per il 17° anno - Organizzato da FIVA Confcommercio in collaborazione con l'Amministrazione Comunale e con l'Unione Confcommercio di Seveso, il Mercato Internazionale è promosso dall'Unione Europea del Commercio Ambulante (UECA) che lo realizza da anni con successo in importanti città europee. Successo che viene replicato a Cesano dove il Mercato si tiene per la diciassettesima volta e ad ogni edizione aumento il proprio appeal.


Una proposta collaudata ma sempre nuova - Anche quest'anno la kermesse vedrà la partecipazione di delegazioni provenienti da diversi Paesi europei ed extraeuropei, oltre naturalmente a quella delle Regioni italiane che proporranno la grande varietà dei prodotti nazionali. Non mancheranno  le apprezzate specialità culinarie.

Quanto a provenienza, si confermano sia la ricchezza delle merci esposte sia la molteplicità dei Paesi d'origine degli espositori: circa il 60% saranno europei (da Austria, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Germania, Olanda, Spagna e Svezia); il 10% extraeuropei (sono annunciati da Egitto, Marocco, Bangladesh, Perù, Senegal ed Ecuardor); infine il  30% italiani, provenienti, tra le altre Regioni, da Toscana, Puglia, Marche, Emilia Romagna, Piemonte, Abruzzo, Umbria, Calabria, Basilicata, Sicilia, Lombardia, Trentino Alto Adige e Sud Tirolo.


Premiate le migliori bancarelle - Come di consueto la premiazione dei migliori stand (il più bello in assoluto, il più bello italiano e il più bello straniero) verrà effettuata, dopo il tour tra le bancarelle delle Autorità, nella tarda mattinata di sabato 19, in concomitanza col momento dell'inaugurazione ufficiale.


Il commento del vicesindaco e assessore al Commercio e ai Lavori Pubblici Celestino Oltolini  - "Il Mercato Internazionale - spiega Oltolini - è espressione dello spirito aperto e internazionale della nostra città e della vivacità delle iniziative che riguardano il commercio.  Per i visitatori è un'occasione di svago e soprattutto culturale, un modo per avvicinarsi ai prodotti e alle specialità di Paesi anche molto lontani. La kermesse è infine una vetrina e un'opportunità di promozione della nostra Città, delle iniziative promosse dall'Amministrazione e del nostro patrimonio artistico che durante il fine settimana potrà essere ammirato da tutti". 


"È con orgoglio che salutiamo la diciassettesima edizione di questa festa - dichiara Giacomo Errico, presidente di FIVA Confcommercio -, che dimostra come grazie a dedizione e serietà si possono raggiungere grandi risultati non solo nelle città capoluogo ma anche in centri di medie dimensioni. Il mio ringraziamento va a quanti hanno creduto negli anni alle possibilità di questo progetto. Oggi ne raccogliamo i frutti ma non ci accontentiamo: ogni anno cerchiamo di migliorare la nostra offerta e il nostro prodotto. Con l'auspicio di organizzare qui altre numerose edizioni".