Comune di Cesano - Logo

Comunicati per l'anno
2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012    

Bilancio triennale 2019/2020/2021 - Obiettivi e priorità


COMUNICATO STAMPA N. 33


Cesano Maderno, 14 marzo  2019


Nella seduta di Consiglio Comunale di Mercoledì 13 marzo è stato presentato il bilancio di previsione triennio 2019-2021. L’assessore al bilancio e alle società partecipate, Paolo Vaghi ha illustrato il documento, che sarà poi portato al prossimo Consiglio per l’approvazione. Portiamo di seguito la parte dell’intervento che espone obiettivi e priorità.


PROGETTARE IL FUTURO


"Serve capacità di progettare il futuro" è il richiamo del Presidente Sergio Mattarella che facciamo nostro come principio costituente del bilancio per gli esercizi finanziari 2019-2020-2021.

Il bilancio di un comune non è un prospetto finanziario, è un progetto sulla città; deve rappresentare una visione, una direzione verso la quale orientare l'azione di governo. Una visione che sia però condivisa, concreta e sostenibile.

Questo piano pluriennale, al centro temporale del mandato politico che i cittadini hanno consegnato a questa amministrazione, rappresenta e concretizza il nostro progetto per il futuro di Cesano. Questo è il momento; dopo aver dedicato tempo ed energie a studi, approfondimenti e verifiche.

Guardare al futuro senza distogliere lo sguardo sul presente. L'esercizio finanziario deve muoversi all'interno di questo difficile equilibrio: rispondere in modo adeguato è al contempo guardare oltre il muro del quotidiano.


La nostra azione si articola in tre obiettivi generali:

  1. Qualità della vita e degli spazi pubblici - progettare il futuro.

  2. Un costante lavoro di manutenzione - attenzione al presente.

  3. La spesa corrente - prima gli ultimi.

Qualità della vita e degli spazi pubblici.  Progettare il futuro.

Abbiamo in mente una città aperta al futuro per una diversa e migliore qualità della vita che si declina, nell'ambito del piano triennale, attraverso importanti progetti per i luoghi pubblici.

  1. Sviluppo delle reti ciclabili e definizione di alcuni nodi di intersezione.  Ciclabile da viale Indipendenza a via S. Eurosia. Prolungamento della rete al quartiere Sacra Famiglia e altre porzioni di connessione. Impegniamo € 280.000 nel 2019. Nel 2020 proseguiremo nello sviluppo destinando € 700.000 principalmente per la realizzazione della ciclabile che dalla stazione raggiunge via S. Carlo e prosegue sino al parcheggio est di parco Borromeo; presupposto per raggiungere poi il quartiere del Mulinello.

  2. Piazza Duca D'Aosta e via Cozzi attualmente costituiscono un indistinto spazio di sosta e transito di pedoni (per lo più giovanissimi) biciclette, auto e autobus. Vogliamo trasformare, nelle tre annualità del bilancio, questo non spazio in una "piazza delle scuole" come abbiamo avuto modo di raccontare ai genitori. Spazio riservato ai pedoni e alla sola circolazione e sosta degli autobus. Destiniamo € 650.000 nel 2019 e € 300.000 nel 2020.

  3. Il quartiere del S. Giuseppe - via Vicenza troverà nel 2019 risposta alle giuste richieste di una connessione viabile che superi l'attuale passaggio a livello (in cofinanziamento con le ferrovie stanziamo € 235.330) e contestualmente l'adeguamento della strada ciclopedonale in connessione diretta con la Nazionale dei Giovi.

  4. "Ex trancia Pietro Secondi" - Attraverso una azione pubblica e privata si darà il via a un progetto di riqualificazione urbana nell'area attualmente dismessa occupata provvisoriamente dal parcheggio per i pendolari. E' in corso un allineamento tecnico con la proprietà per la realizzazione di un nuovo quartiere. Si tratta di un vero e proprio progetto su scala urbana che andrà a definire un "brano" di città; disegno che possa contemplare una nuova piazza, spazi verdi, connessione ciclopedonale sino alla nuova stazione, edifici a destinazione commerciale e residenziale. In questo contesto troverà giusta collocazione la nuova biblioteca. Baricentro dello spazio pubblico.

  5. La nuova biblioteca nasce come risposta a istanze giovanili e culturali. Quella di oggi non basta; i giovani vanno altrove, nelle biblioteche vicine. Non possiamo mancare a questo appello. Abbiamo fatto un percorso impegnativo e condiviso, avviato nel 2019 la progettazione preliminare, prospettando nel 2020 l'appalto delle opere; destinando € 2.500.000

  6. Vogliamo così estendere il centro riagganciando la parte ovest di Cesano, esclusa dal passaggio a livello. Tutto questo non "a parole" ma concretamente progettando insieme alla biblioteca, alla riqualificazione del quartiere, il superamento ciclopedonale del passaggio a livello di corso Libertà. L'importo per l'opera, destinato nel 2020, è di € 1.000.000. Lasciamo ai cittadini immaginare cosa possa significare tutto questo per corso Libertà, per il quartiere a Ovest della ferrovia. Parliamo di qualità della vita, di rivitalizzazione di un quartiere, con sinergia pubblico - privato. Parliamo di un futuro che iniziamo a intravedere.


Un costante lavoro di manutenzione - attenzione al presente

Il patrimonio storico monumentale, i loro giardini, le scuole in ogni ordine e grado, gli spazi pubblici (parchi e piazze) e le strade rappresentano una dotazione ricca e importante per la nostra Città a servizio di tutti. Questa ricchezza costituisce oltre che a un valore di tutti i cittadini, realtà di cui andiamo fieri, un impegno significativo sul piano manutentivo. Un lavoro continuo che mai può essere interrotto.

  1. Continua pertanto il costante lavoro di manutenzione nelle scuole. Si prevede la riqualificazione complessiva della Salvo D'Acquisto per oltre € 1.766.500 (annualità 2019/2020/2021) - facciate, serramenti e manutenzioni in genere. Altri interventi, sempre per le scuole, per manutenzioni € 135.000 (Scuola Rodari, Minotti e Galilei) e riqualificazione energetica - € 150.000 - vengono proposti sempre nel 2019. Ancora per le scuole si stanziano per il 2020/2021 € 900.000.

  2. Cesano conta complessivamente 140 km. di strade (Milano-Torino). Lunghezze e superfici impressionanti sul piano manutentivo. Destiniamo nel 2019 ancora € 480.000 per strade ( asfaltature, segnaletica, rifacimenti) e marciapiedi; € 400.000 nel 2020 e € 800.000 nel 2021. Sempre nel 2021 viene programmata la sistemazione definitiva di via Don Luigi Vigano - € 2.000.000; verranno anticipate nel 2019 opere di manutenzione urgenti e una adeguata segnaletica per una migliore definizione degli spazi.

  3. Per lo sport si avvieranno i lavori di manutenzione straordinaria delle piscine di via Po (isolamento e impermeabilizzazione della volta di copertura) e dell'impianto sportivo (lavoro cofinanziato) per € 350.000 nel 2019 e € 150.000 nel 2020.

  4. Continua il lavoro di manutenzione per Palazzo Borromeo - stanziati € 150.000 nel 2019.

  5. In generale programmiamo, inoltre, interventi sempre manutentivi per il l patrimonio pubblico destinando € 450.000 nel triennio. Fra i vari lavori di manutenzione trova significativo risalto l'intervento di rifacimento dei serramenti dei locali dell'UNITRE (€ 330.000) e il rifacimento della copertura dell'immobile di via Leopardi  - € 390.000 nel 2020.

  6. Per l'ambiente, parchi, giochi nel verde e giardini sono destinati nel triennio € 180.000 in aggiunta ai 280.000 € destinati e in corso di attuazione nel 2018.


Quanto abbiamo descritto sin ora rappresentano le spese in conto capitale, cioè gli investimenti che andremo a fare nei successivi tre anni.


  

La spesa corrente - prima gli "ultimi"

La "macchina comunale" che gestisce tutti i servizi che noi conosciamo incide sulla spesa corrente che unitamente alle spese in conto capitale (investimenti) costituisce sostanzialmente l'insieme delle uscite.

Se guardiamo ai principali impegni di spesa CORRENTE distinta per missioni per il 2019- seguendo la tabella

Servizi istituzionali (la gestione della struttura)

6.121.360,00 €

27,08 %

Ordine pubblico e sicurezza

861.620,00 €

3,81 %

Istruzione e diritto allo studio (le scuole)

2.038.250,00 €

9,02 %

Tutela e valorizzazione dei beni e attività culturali

682.250,00 €

3,02 %

Politiche giovanili sport e tempo libero

249.000,00 €

1,10 %

Assetto del territorio ed edilizia abitativa

458.300,00 €

2,03 %

Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente (gestione rifiuti)

5.095.250,00 €

22.54 %

 Trasporti e diritto alla mobilità

947.500,00 €

4,19 %

 Soccorso civile

28.000,00 €

0,12 %

Diritti sociali, politiche sociali e famiglia

3.921.600,00 €

17,35 %

Sviluppo economico e competitività

30.000,00 €

0,13 %

 Politiche per il lavoro e la formazione professionale

35.000,00 €

0,15 %

Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali

5.000,00 €

0,02 %

Fondi e accantonamenti

1.433.408,92 €

6,34 %

Debito pubblico - quota interessi

698.850,00 €

3,09 %

Totale

  22.605.388,92 €


Ci rendiamo subito conto che dopo le voci che la struttura impone (servizi istituzionali e gestione rifiuti) la maggior spesa per 3.921.600,00 è destinata alle politiche sociali e familiari - oltre il 17,35 % dell'importo complessivo. Prima gli "ultimi".

Questa è innanzitutto una scelta politica; massima attenzione ai minori, alle famiglie, alle persone disabili, agli anziani e alle persone socialmente svantaggiate o in difficoltà. Alcuni numeri:


Interventi per l'infanzia € 689.000,00
Interventi per la disabilità € 1.987.000,00
Interventi per gli anziani € 243.000,00
Interventi soggetti a rischio esclusione sociale € 7.600,00
Interventi per le famiglie € 298.000,00
Interventi diritto alla casa € 194.000,00
Reti servizi socio assistenziali € 493.000,00
Cooperazione e associazionismo
€ 10.000,00


Le tariffe; in genere, rimangono sostanzialmente invariate e decisamente attente alle persone che  hanno un reddito minimo. Agli anziani, ad esempio,  in questa fascia, serviamo pasti a domicilio per € 2,00. Forniamo accompagnamento occasionale per visite mediche a € 1,5 nel raggio di km.10.  Per le persone disabili, (sempre con minimo reddito) che frequentano i centri diurni, il servizio mensa e trasporto ora è gratuito.

Complessivamente disponiamo risorse per il 2019 (entrate) per circa € 32.180.000; intendiamo utilizzarle in un compiuto equilibrio tra i bisogni dei cittadini, il costante impegno di manutenzione e i progetti per una rinnovata qualità urbana.

Sentiamo fortemente la responsabilità nei confronti dei cittadini. Pensiamo di aver lavorato al meglio soprattutto grazie all'impegno del personale in ogni ordine grado che ci assiste. Nell'occasione ringraziamo dirigente e ufficio area servizi amministrativi.