Comune di Cesano - Logo

Comunicati per l'anno
2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012    

'Controllo di vicinato': sottoscritto l'accordo operativo in Prefettura



COMUNICATO STAMPA N.   173


Cesano Maderno,  20  novembre 2018


Con la sottoscrizione dell'accordo operativo effettuato ieri in Prefettura tra il Sindaco Maurilio Longhin per conto del Comune di Cesano Maderno, e il Prefetto Giovanna Vilasi per la Prefettura di Monza e Brianza, entra nel vivo il progetto di Controllo di Vicinato illustrato negli incontri pubblici di inizio anno e approvato dalla Giunta Comunale .


Insieme al Sindaco, affiancato dall'Assessore alla Polizia Locale, Sicurezza e Parco Groane Salvatore Ferro, hanno sottoscritto il Protocollo per adesione il Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Monza, il Comandante del Gruppo Carabinieri di Monza, il Comandante del Gruppo Guardia di Finanza di Monza e il Comandante della Polizia Locale di Cesano.


Le linee guida per Amministrazione, Prefettura e Forze dell'Ordine  - E' stato così messo nero su bianco l'impegno delle Istituzioni e dei cittadini che potranno aderire, con l'individuazione delle linee guida in capo all'Amministrazione Comunale, alla Prefettura e alla Forze dell'Ordine. Regole che individuano "la sicurezza quale condizione imprescindibile per garantire ai cittadini il pieno esercizio delle libertà e lo sviluppo sociale ed economico, parametro per valutare la qualità della vita di una comunità".

Rafforzando il modello di collaborazione interistituzionale che già esiste, il Protocollo prevede iniziative di sicurezza integrata tra istituzioni pubbliche e soggetti privati, ciascuno chiamato a collaborare nell'ambito della propria sfera di competenza, per fronteggiare possibili fenomeni malavitosi.


Prevenzione e controllo - Grazie al Controllo di Vicinato, verrà rafforzata l'attività di prevenzione e controllo del territorio con una nuova consapevolezza cui sono chiamati i cittadini, invitati ad una "reciprocità di attenzione e vicinato solidale" mediante la costituzione di  Gruppi di Controllo.

Al loro interno, gli aderenti saranno chiamati a svolgere una mera attività di osservazione e di segnalazione nei riguardi della propria zona, riportando ai coordinatori dei vari Gruppi "anomalie" o situazioni insolite che saranno da questi trasmesse alla Forze dell'Ordine. E' assolutamente vietata qualsiasi iniziativa, singola o di gruppo, che vada a sostituirsi al loro intervento.


"L'accordo siglato prevede, in capo all'Amministrazione Comunale, la promozione e pubblicizzazione del progetto; l'installazione dei cartelli di Controllo di Vicinato; la raccolta dei nominativi dei Gruppi di controllo costituiti; l'individuazione dei coordinatori e la sensibilizzazione in favore di nuove adesioni;  la vigilanza sulla corretta esecuzione del progetto da parte dei cittadini"  - ha esposto l'Assessore Salvatore Ferro -.

In capo alle Forze dell'Ordine, oltre agli interventi diretti già normalmente prestati, è previsto l'impulso a diffondere la cultura della legalità, l'essere punto di contatto coi coordinatori dei vari Gruppi di Vicinato e l'acquisizione da questi di notizie e informazioni utili, la condivisione con altre Forze Pubbliche di ogni notizia rilevante a fini della sicurezza ricevuta o raccolta.

Alla Prefettura, infine, spetta di sostenere il Progetto attraverso il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, con monitoraggi periodici e adozione di eventuali modifiche.


Un vademecum operativo completa e integra l'accordo operativo sottoscritto, con le indicazioni concrete e basilari su cosa sia il Controllo del Vicinato, quali obiettivi abbia, gli attori, le attività da fare e quelle da non fare, per concludere coi compiti del coordinatore.


Impegno comune e solidale: la chiave vincente -  "Il nostro obiettivo di fondo - è questa la conclusione dell'Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza - è quello di istituire un impegno comune per contribuire all'attività di prevenzione generale e di controllo del territorio in sinergia con l'attività istituzionale svolta dalle Forze dell'Ordine".